Il rap adulto di Ghemon

Dal 2000 ad oggi, la carriera di Ghemon ha mostrato valori forti ed antagonisti, riuscendo a dare una connotazione nuova e diversa ad un genere spesso maschilista. «Non lo puoi fermare quando scorre». Ghemon cantava così in un verso, quanto meno profetico, nel lontano 2000, all’interno di «Bloodstains», progetto semi-ufficiale del suo primo team rap, i Sangamaro. Oggi che il suo rap è diventato maggiorenne, sembra doveroso un bilancio che tenga conto della longevità e della coerenza artistica di un rapper che ha imperniato la sua discografia sulle profondità di pensiero e lessico e su uno stile consciouse riconoscibile. Adolescenza avellinese Nato il «Primo Aprile ’82» ad Avellino, Gianluca Picariello cresce nella piccola provincia campana e...

Bello e Reale: il live di Ghemon all’Hart

Il senso altissimo della musica di Ghemon è quello di generare empatia, un’empatia multidirezionale che lega alle sue liriche uomini e donne, giovani e più adulti. Qualsiasi sia lo stile di vita ed i trascorsi personali, ad ognuno sarà capitato di immedesimarsi nelle sue parole, che negli anni l’artista avellinese ha saputo modulare col rap, ma anche con il canto. Non è casuale, dunque, che il sold out di sabato 24 Marzo all’Hart di via Crispi, a Napoli, sia stato il più eterogeneo di tutti: una composizione di pubblico tanto variegata, ma facilmente prevedibile. Ghemon sale on stage alle 23, dopo due ore di set del dj napoletano Uncino e, senza troppi fronzoli...

La scimmia uscita dal circo

Vale Lambo è nato a Napoli nel 1991, ha all’attivo diversi progetti non ufficiali in veste solista, “RAV” del 2012 e “Lucky Luciano” del 2014. Nel 2016 con  Lele Blade e Yung Snapp dà vita a Le Scimmie, fuori nel 2016 col disco ufficiale “El Dorado”, pubblicato da Dogozilla Empire/Universal Music. A Marzo è prevista la release del suo primo disco ufficiale, dal titolo “Angelo”. Gli inizi di Vale Lambo Nel 1991 a Secondigliano è stato edificato un centro penitenziario che, negli intenti iniziali ben presto disattesi, doveva fungere da contraltare al più noto carcere di Poggioreale, salito all’onore delle cronache per le continue rivolte degli anni ’80 e per dei metodi di detenzione. Nello...